Sondrio, 19 aprile 2017 - Dopo una breve pausa riparte il circuito del Campionato fuoriporta promosso da Anffas (Associazione nazionale di famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) e Coni Sondrio, in collaborazione con diverse realtà sociali e sportive del territorio. Come ormai usuale la prima tappa è stata dedicata alle bocce presso il bocciodromo di Sondrio. Un centinaio le persone presenti provenienti da Bormio, Tirano, Sondrio, Albosaggia, Morbegno, Nuova Olonio, Mese, Chiavenna e Madesimo che hanno composto le relative squadre che sono state impegnate fino alle 13.30. Nonostante le numerose presenze l’organizzazione curata dallo Spa-H di Albosaggia ha consentito un’ottima organizzazione del torneo suddiviso in quattro gironi fino alla disputa dei quarti di finale, semifinali e finale. Unico problema è stato quello della struttura che, per raggiungere i campi, presenta delle consistenti barriere architettoniche che hanno causato l’esclusione dal gioco di una persona e seri problemi per altre persone con difficoltà motorie. 

PREMIATI A fine gara il momento dei riconoscimentiATTENTI Serve buona concentrazione per fare bella figuraIMPEGNO Diversi i partecipanti all’appuntamento sondriesePUBBLICO Non sono mancati gli spettatori sugli spaltiDurante i diversi incontri si sono evidenziati gli atleti del gruppo “Fenice” di Mese che, forti del secondo posto conquistato l’anno scorso, ambivano al successo. Hanno mantenuto un buon livello di gioco anche gli atleti del gruppo “Socievole” di Chiavenna mentre un po’ sotto tono il gruppo che ha dominato l’edizione precedente ovvero la “Sorgente” di Valdisotto. In forte recupero anche gli atleti di “Insieme” di Morbegno e “I Prati” di Cosio Valtellino, in netto miglioramento soprattutto grazie agli allenamenti estivi e fermamente intenzionati a scalare la classifica dopo la deludente prestazione dell’anno scorso. Ormai in orario di pranzo i risultati dei diversi gironi hanno proposto le seguenti squadre per le finali: “La Fenice” e “I Prati” per il terzo e quarto posto, “Insieme” e “Gruppo” Socievole per il primo e secondo. In entrambe le partite la tensione e l’emozione sono state molto alte e per chi non aveva i nervi troppo saldi ha causato dei brutti scherzi. Tutti soddisfatti per la giornata realizzata, le bocce sono uno sport veramente molto accogliente e interessante: nonostante richieda molta attenzione nel dosare la forza, una grande precisione, equilibrio e concentrazione è uno sport sempre molto apprezzato e può ancora svilupparsi notevolmente in provincia di Sondrio. I prossimi appuntamenti del campionato fuoriporta proseguiranno con il nordic walking a Tirano, il golf, la pallavolo, il rafting e probabilmente con un nuovo evento sulla neve.