Sesto San Giovanni (Milano), 23 giugno 2017 – Sono finiti in ospedale in due: il comandante della polizia locale di Sesto, Pietro Curcio, e un cittadino di Sesto. Ieri, intorno a mezzogiorno si è scatenato l'inferno in piazza del Rondò. Un uomo di 27 anni, di nazionalità senegalese, ha reagito alle forze dell'ordine che ceravano di fermarlo dopo che era sfuggito a un controllo del personale di Atm, nei mezzanini del metrò.

Tutto è avvenuto davanti a centinaia di sestesi che affollavano piazza del Rondò e le vie circostanti. Il giovane straniero, in Italia con un permesso di soggiorno scaduto da un pezzo, era stato fermato ai tornelli della metropolitana. Era arrivato a Sesto senza biglietto. E quando i controllori lo hanno fermato per chiedergli il tagliando, lui li ha ignorati e  ha cominciato a camminare rapidamente verso le scale dell'uscita. E' stato raggiunto nel piazzale, dove a bloccarlo per primo è stato un sestese, un militante della lista civica sesto nel Cuore che si trovava a un banchetto di campagna elettorale. Con la sua bicicletta ha cercato di ostacolare la fuga dello straniero, ma è stato travolto e malmenato.

A quel punto erano arrivati anche gli agenti della polizia locale. Era presente il comandante Pietro Curcio che si è lanciato sull'uomo cercando di immobilizzarlo. I due hanno avuto una colluttazione nella quale il comandante ha ricevuto un violento pugno sul naso. Alla fine è stato fermato e consegnato alla polizia di Sesto. Deve rispondere delle accuse di aggressione e di lesioni. I due feriti nel corso della colluttazione sono stati trasportati all'ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni dove sono stati medicati. Il comandante Curcio potrebbe aver subito la frattura del setto nasale.