Paderno Dugnano (Milano), 15 giugno 2017 - Non si ferma all'alt della polizia locale e parte l'inseguimento. Questa mattina intorno alle 10, un furgone Peugeot Expert è stato il pericoloso protagonista delle strade padernesi. A un posto di controllo lungo la statale dei Giovi, in via Comasina, ha deciso di non fermarsi al segnale degli agenti, ma di accelerare e fuggire.

La pattuglia gli va subito dietro a sirene spiegate. L'inseguimento dura per diversi minuti, lungo le via Comasina, Roma e per tutto il centro cittadino. Il furgone, durante la fuga, non si fa mancare niente: tre stop bruciati, eccesso di velocità, il sorpasso azzardato di un veicolo in movimento e tre incidenti mancati per un pelo (con un camion, con un ciclista e con un'utilitaria). Ma la polizia locale non desiste e riesce a stargli dietro, nonostante le strade strette, tortuose e con i tanti segnali di stop da rispettare.

Fondamentale la collaborazione dei cittadini, che con cenni, indicazioni e segnalazioni, hanno aiutato gli agenti a capire la direzione del fuggitivo. Arrivati in rettilineo, in via Pepe, si aggiunge una seconda pattuglia e, in due, riescono ad affiancare e bloccare il furgone da entrambi i lati. Alla guida c'era D.A, classe 1983 e al suo fianco, lato passeggero, D.D, classe 1957. Entrambi italiani, residenti a Paderno e incensurati. Del tutto assurdo il motivo della fuga: una semplice assicurazione scaduta. I due sono stati denunciati per resistenza (il passeggero “in concorso”). Il conducente ha ottenuto anche la decurtazione di 40 punti della patente per tutte le infrazioni commesse, il ritiro della patente e una multa di 1.600 euro (in aggiunta ci sarà anche la sanzione prevista dalla prefettura). Il mezzo è stato sequestrato per assenza di assicurazione.