Paderno Dugnano, 14 luglio 2017 - Due teli di stoffa, uno rosso e uno nero. E, sopra di essi, uno spettacolo inquietante. Ieri mattina al risveglio i padernesi hanno trovato in via Nenni un piccolo altarino. E si sono interrogati sulla sua origine. Rito vudù, magia bianca? Potrebbe trattarsi di un rito religioso eseguito durante la notte, di origine sudamericana, utilizzato per commemorare i defunti. Sopra i teli, erano posti due sottovasi contenenti due galline sgozzate ed eviscerate. La prima carcassa aveva al suo interno candele, fagioli, sigari e monete.

Dentro la seconda, invece, c’erano fiori, frutta e sigarette. C’erano anche due bottiglie aperte: uno spumante e un liquore brasiliano. Poi un bicchiere, in cui era stato versato dello spumante ed erano stati annegati due grossi calabroni. Davanti all’altarino per tutta la mattinata c’è stato il viavai di cittadini, che si sono fermati a osservare la scena inorriditi. Sono intervenuti gli agenti della polizia locale, che hanno fatto rimuovere i resti e che ora indagando sul caso.