Paderno Dugnano (Milano), 13 luglio 2017 - Mobili rovesciati, vetri rotti, porte spaccate. È la situazione che ha trovato la polizia locale questa mattina, quando si è presentata in un appartamento di via Cernaia, in zona Villaggio Ambrosiano, per eseguire uno sfratto. Una famiglia, composta da due coniugi con due bambini piccoli e originaria dello Sri Lanka, ormai da due anni aveva smesso di pagare il mutuo dovuto alla banca. Più volte, durante le ultime settimane, la polizia locale, insieme all'avvocato e all'ufficiale giudiziario, era intervenuta sul posto ma aveva sempre trovato la donna, sola con i bambini, incapace di gestire la situazione.

La famiglia aveva ricevuto l'ordine di sfratto ed era stata quindi invitata a presentarsi in Comune, per prendere accordi con i servizi sociali. E settimana scorsa, un accordo sembrava raggiunto: i coniugi avevano detto di aver trovato un'altra soluzione abitativa e non avevano manifestato troppi problemi. Avrebbero dovuto lasciare l'appartamento e riconsegnare le chiavi. Stamattina, quando la polizia locale è intervenuta per verificare la situazione, ha trovato l'appartamento vuoto, come da accordi.

Contrariamente a quanto deciso, però, le chiavi non erano state riconsegnate. Ma soprattutto, il bilocale era completamente a soqquadro. Era stata fatta terra bruciata. Porte e finestre rotte, armadi rovesciati. Tutto era stato distrutto. Sono immediatamente intervenuti i tecnici per sistemare i danni e cambiare la serratura. E la casa verrà messa all'asta.