Cinisello Balsamo (Milano), 23 ottobre 2017 – E' stata una partecipazione a macchia di leopardo quella dei cittadini del Nord Milano al referendum lombardo per l'autonomia. L'affluenza è stata molto più forte nei piccoli comuni,  più contenuta nelle grandi città come Sesto San Giovanni, ferma al 28,45% e a Cinisello dove si è attestata al 27,23%, comunque superiore a quella milanese. Campione di affluenza è stato Cusano Milanino con il 35,36%, seguito da Cormano con il 33,7% e Bresso con il 32,92%. Bassa anche nella Cologno Monzese a guida leghista, dove si è fermata al 28,55%.
A sorpresa, anche i sostenitori del “Si” non sono stati così scontati come altrove in Lombardia. Se la media regionale di chi ha votato “Si” al referendum è stata del 95,2%, a Sesto è stata solamente del 92,52%, segno che la sottile campagna elettorale dei gruppi di opposizione al referendum ha portato ai seggi anche numerosi contrari, sono stati 1.133 con una percentuale del 6,51%. Risultato simile a Cinisello, dove i “No” sono stati il 6,13%. Anche a Bresso, dove all'ultimo minuto il sindaco Ugo Vecchiarelli ha comunicato pubblicamente di aver votato per il “No”, il risultato ha visto prevalere il “SI” con il 92,73% contro un “No” al 6,13%.
“Sono soddisfatto per il risultato perché quando si offre la possibilità ai cittadini di dire la loro su un tema importante è sempre un fato positivo”, ha commentato il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano.