Cusano Milanino (Milano), 8 settembre 2017 - Una lettera anonima recapitata tramite la posta ordinaria negli uffici del Comune. Dopo le minacce al sindaco di centrodestra di Sesto San Giovanni, giovedì mattina è stata la volta di un sindaco di centrosinistra, il cusanese Lorenzo Gaiani. E' stato lui stesso a comunicarlo, dopo aver consegnato la missiva ai carabinieri di Cusano per avviare le indagini.

“Inutile dire che ho immediatamente consegnato quell'ignobile documento ai carabinieri per le necessarie indagini – ha detto il sindaco - Altrettanto inutile ribadire che simili minacce, per quanto spiacevoli, non incidono in nulla né sulle mie scelte politiche di fondo né sulla mia quotidiana attività di amministratore.

A quanto è stato riferito, nella lettera sarebbero contenuti insulti e minacce di morte connessi alla decisione di sottoscrivere il Protocollo sull'accoglienza dei profughi e richiedenti asilo predisposto dal Prefetto di Milano nel maggio scorso”. Ricordando il messaggio di minaccia ricevuto dal collega di Sesto San Giovanni, Gaiani ha detto: “Resta la preoccupazione per l'imbarbarimento del clima generale del nostro Paese”.