Bresso (Milano), 15 luglio 2017 - Area Iso Rivolta digitalizzata, grazie a un luminoso display comunale. Da poche ore, nel cuore di piazzale della Costituzione e davanti all’ingresso della galleria del "Cannocchiale", i bressesi possono tenersi sempre aggiornati sulle ultime notizie municipali e su come affrontare – per esempio – il grande caldo, che sta attanagliando la città. Passa, dunque, anche da questa nuova forma di comunicazione visiva il rilancio dell’ex-struttura industriale dello storico marchio "Iso che dovrà diventare, secondo la giunta del sindaco Ugo Vecchiarelli, uno spazio culturale e aggregativo per le varie generazioni di residenti.

Intanto, per prima cosa, il display è a costo zero per il Comune di Bresso, visto che è un’opera a concessione dei privati che hanno vinto il bando municipale per la gestione di altri due tabelloni pubblicitari sul territorio locale: entrambi si trovano in prossimità di altrettante "porte di ingresso" alla città, vale a dire all’incrocio tra via Bologna e via Corridoni (per chi arriva da Cormano) e a quello tra via Gramsci e via Clerici (per chi sale da Sesto San Giovanni). Poi, il display dovrà diventare un vero punto informativo, come spiega il primo cittadino bressese: "E’ da tempo che stiamo lavorando a questo progetto. – spiega Vecchiarelli – E’ un portale informatico in uno degli spazi cittadini più importanti. Stiamo lavorando per rendere sempre più vivibile l’Area Iso Rivolta. Abbiamo realizzato il vicino parcheggio, la pista ciclabile ed entro la fine dell’anno vogliamo dare avvio al progetto “Dalla fabbrica dei motori alla fabbrica della cultura”, per il completamento e la riqualificazione del Capannone Nord".