Sesto San Giovanni (Milano), 13 marzo 2017 - Ha rischiato di morire l'agente della polizia locale di Sesto San Giovanni aggredito questa sera intorno alle 19 sul piazzale Primo Maggio, tra la stazione ferroviaria e il capolinea degli autobus. Tra i pendolari di ritorno dal lavoro, l'autista di una linea di Autoguidovie ha richiamato l'attenzione dei vigili per la presenza a bordo di un uomo ubriaco e molesto. Appena sceso, si è scagliato sugli agenti accanendosi su uno di loro, un agente di 36 anni, che è stato picchiato violentemente alla testa. Così forte che ha perso i sensi ed è caduto al suolo. L'uomo è stato immobilizzato solamente dopo l'intervento di un'altra squadra della polizia locale e di un signore che si trovava in un'auto in sosta. L'uomo, di 62 anni, si è precipitato a dare supporto ai vigili e ha sollevato di peso l'ubriaco gettandolo in terra per permettere di immobilizzarlo.

A quanto pare l'agente ferito è rimasto privo di conoscenza per diversi minuti. E' stato trasportato all'ospedale Niguarda dove è sottoposto agli accertamenti. In serata è stato raggiunto dal comandante della polizia locale Pietro Curcio e dal sindaco Monica Chittò. L'uomo, un italiano per il quale non è stata ancora chiarita l'identità, è stato fermato con l'accusa di lesioni aggravate e domani sarà processato con rito direttissimo. Il piazzale della stazione è già tristemente noto per essere stato teatro dello scontro a fuoco tra la polizia e il terrorista Anis Amri che qui è stato ucciso il 23 dicembre scorso.