Paderno Dugnano (Milano), 9 maggio 2017 – È in partenza al Metropolis “Paderno in corto”, la kermesse dedicata ai cortometraggi realizzati dai “filmmaker” del territorio (e non solo). Appuntamento giovedì alle 21, nella sala cinematografica di via Oslavia. L'iniziativa è giunta alla sua quarta edizione ed è proposta da circolo culturale Restare Umani e da Fondazione Cineteca Italiana. Durante la serata, verranno proiettati otto diversi corti e in sala ci saranno gli autori, che presenteranno i loro lavori e parleranno con il pubblico dei prossimi progetti in cantiere.

Quest'anno ci sarà anche una novità, perché verranno proiettati i video realizzati dagli alunni di V L a indirizzo grafico dell'istituto Gadda. Gli studenti hanno partecipato a un progetto di formazione audiovisiva, in corso dal 2015, con la guida del professor Luca Viviani. Tra i video degli alunni, “Succession”, “Outburst” e “Stanza”. Non mancherà un momento fondamentale per il Metropolis e la Cineteca, la proiezione del cortometraggio di Luigi Comencini, “Il museo dei sogni”. Si tratta di un lavoro del 1949, dedicato all'opera di recupero e conservazione delle pellicole, svolta dall'allora neonata Cineteca. E che per questo, nell'anno del settantesimo della Cineteca, riveste una grande importanza. In programma anche “Scena tagliata” di Nicolò Tagliabue. Una produzione Ordinary Frames, che porta sullo schermo gli scontri tra padre e figlio e la scelta “ribelle” di dedicarsi al lavoro dei sogni: la regia. Poi “Un uomo per bene” di Sergio Fantoni, una produzione Piccola Fanteria Carillion. Un film drammatico, in cui un giovane uomo racconta la storia d'amore con la moglie. “Heroes” di Thomas Francesconi, una produzione Whitelux Pictures: le avventure e gli ostacoli di un eroe. E il film di animazione “Triple Threat” di Simone Falcone. In scena c'è la storia di Bob, un giovane sognatore alle prese con la sua ambizione: riuscire a girare un film. Con la realizzazione animata e digital effects di Serkan Savaskan e i modelli 3D di Claudio Gallianio e Souradip Biswas.

A condurre la serata sarà Alessandro Amato, collaboratore del Circolo Culturale Restare Umani e studioso di cinema; che, come negli anni precedenti, si è occupato anche della selezione dei corti in rassegna. L'ingresso è libero fino a esaurimento posti. Per ulteriori informazioni contattare il Metropolis allo 02.87242114 oppure visitare il sito metropolis.cinetecamilano.it.