Settimo Milanese (Milano), 6 settembre 2017 - Un amministratore della Stuani spa, azienda metalmeccanica di Settimo Milanese, è indagato per la morte dell'operaio 42enne di origini filippine, rimasto schiacciato questa mattina da un enorme braccio meccanico che lo ha agganciato e schiacciato all'altezza del petto, all'interno dello stabilimento. Il fascicolo è stato aperto dal pm di turno, Mauro Clerici, dopo aver ricevuto le relazioni dei carabinieri di Rho, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco.

L'indagine verrà comunque affidata a un magistrato del dipartimento "salute e lavoro" coordinato dal pm Tiziana Siciliano. L'incidente è avvenuto alle 5.30 in via Stephenson, all'interno dell'azienda che produce pistoni in plastica e acciaio. L'operaio, a fine turno, era impegnato nella pulizia del macchinario quando si è verificato l'infortunio mortale. Le urla del 42enne hanno richiamato l'attenzione di un collega, che ha chiamato i soccorsi, ma nonostante il tempestivo intervento di un'ambulanza e un'automedica del 118 per l'operaio non c'è stato nulla da fare. Sul posto anche i vigili del fuoco di Milano per liberare il corpo dell'uomo rimasto incastrato.