Rho (Milano), 9 febbraio 2017 - Teneri messaggi d'amore di altrettanto teneri fidanzatini.  Ma anche frasi e disegni decisamente meno romantici che deturpavano i muri esterni della scuola media Manzoni e dell’istituto Olivetti di Rho, tra via Pomè e via Martiri della Libertà. Realizzate dai soliti ignoti con bombolette spray, sono state cancellate dagli operatori di Aser,  l’azienda che si occupa dei servizi di igiene urbana. Le scritte deturpavano da alcune settimane i muri esterni dell’edificio che accoglie le due scuole, tra commenti e indignazione di genitori e cittadini. Nei giorni scorsi sono state cancellate e ora i muri appaiono completamente puliti.

Non è la prima volta che Aser interviene, già in passato erano state cancellate scritte e rimossi manifesti di protesta affissi abusivamente da un movimento studentesco. «Come amministrazione abbiamo sempre valorizzato la street art, dedicando anche l’evento ‘Lasciamo il segno’ ormai diventato una vera tradizione ed elemento di eccellenza della nostra città - dichiara l’assessora alla scuola e istruzione, cultura ed eventi, Valentina Giro - Non si può invece parlare di arte l’imbrattamento dei muri con scritte e disegni realizzati con l’intento di deturpare edifici pubblici e privati, a cui fanno seguito i costi per ripulirli pagati da tutta la collettività. Ringraziamo A.Se.R. per l’attento controllo e il rapido intervento». Purtroppo quello degli imbrattamenti è un problema diffuso su molti muri pubblici e privati della città, nonostante sia un comportamento punito penalmente e con multe da 300 a 1.000 euro. «Di solito interveniamo subito quando lo richiedono le scritte o gli imbrattamenti, nel caso per esempio di frasi offensive e oltraggiose - spiega l’assessore all’ambiente Gianluigi Forloni - in altri casi è A.Se.R che interviene dopo aver ricevuto una segnalazione, non si tratta di una spesa notevole, quando è possibile si ripuliscono subito i muri anche per scoraggiare nuovi imbrattamenti».