Pogliano Milanese (Milano), 8 novembre 2017 - La sua Fiat 600 prima è finita contro il guardrail, poi è rimbalzata verso il centro della carreggiata fermandosi tra la seconda e la terza corsia dell’A4, tra il casello di Brescia est e quello di Brescia centro in direzione di Milano, dove stava tornando dopo una serata passata con la fidanzata. Pochi istanti dopo la piccola utilitaria, con tutte le luci spente, è stata sfiorata da un furgone e quindi centrata da una Golf condotta da un 59enne residente a Milano. 

Ha perso la vita così la scorsa notte intorno alle 2.40 Simone Brusarosco di Clemente, nato a Vicenza 25 anni fa ma che da qualche tempo viveva a Pogliano Milanese. Troppo gravi le ferite riportate nell’incidente. Quando i soccorritori sono arrivati sul luogo dello scontro per lui non c’era più nulla da fare: il ragazzo è deceduto per un violento trauma cranico e toracico. I rilievi affidati alla polizia Stradale di Verona Sud, oltre a capire i motivi che hanno portato la 600 a finire contro il guardrail dell’autostrada, dovranno accertare se il ragazzo indossasse o meno le cinture di sicurezza.

Ad avvertire di quel che era successo lungo la A4 è stato il conducente del furgone che ha sfiorato l’auto del 25enne finendo poi la sua corsa a bordo strada. Non è invece riuscito a evitare l’impatto il conducente della Golf. Con lui in auto c’erano altre due persone, una donna e un uomo. Tutti e tre sono stati ricoverati in ospedale a Brescia: due alla Poliambulanza e uno al Civile. Per loro diversi traumi e qualche frattura ma non sono in pericolo di vita. Per il conducente della Golf la Stradale ha richiesto una serie di esami per accertare o meno la presenza di alcol o droga nel sangue.

La salma di Simone è stata poi portata all’istituto di Medicina legale dell’ospedale Civile di Brescia a disposizione del magistrato di turno. L’A4 in direzione di Milano è tornata completamente libera soltanto intorno alle 6.30 quando è stata ripulita dei detriti persi nelle schianto.