Garbagnate Milanese (Milano), 5 febbraio 2018 - Nuovi dossi a Garbagnate Milanese per rallentare le auto e migliorare la sicurezza delle strade. Prosegue inoltre, fra le polemiche, il piano per il lavaggio delle strade. Dopo un periodo di tolleranza per l’avvio del provvedimento sono scattate le multe. Sono ben nove i nuovi dossi realizzati in questo ultimo periodo in città. Le vie coinvolte sono Leonardo Da Vinci, Mazzini, Monza, Sempione e infine l’ultimo in via Falzarego. La scelta è frutto tanto di un’analisi della polizia locale, quanto delle segnalazioni dei cittadini che hanno indicato le strade percepite da molti automobilisti come arterie rettilinee e veloci, per questo pericolose.

"L’installazione dei dissuasori di velocità - spiega il sindaco Davide Barletta - rappresenta un ideale punto di incontro tra amministratori e cittadini: da una parte, infatti, questa Giunta sta puntando sulla sicurezza sin dal suo insediamento; dall’altra, sono i garbagnatesi stessi a chiederci di intervenire per rendere più sicure le strade. In generale, si aspettano una città più ordinata e più controllata: non potremmo essere più d’accordo. A loro va il mio grazie per le segnalazioni". Sul fronte dei rallentatori il lavoro, tuttavia, non è terminato: "Abbiamo dato la precedenza alle vie in cui il problema della velocità era più sentito - conferma l’assessore alla Sicurezza e Polizia locale Fabio Boniardi -, ma non ci fermiamo qui. Altri interventi sono in programma: abbiamo già stilato un elenco di massima delle zone che avrebbero bisogno di dossi, ma stiamo ragionando ad ampio raggio per ottimizzare le risorse e comprendere le priorità". Sul fronte strade è stato inoltre completato il piano di pulizia: con la sistemazione della segnaletica, infatti, il servizio è attivo da venerdì anche nella frazione di Bariana e da sabato in via Garibaldi a Santa Maria Rossa coprendo così l’intero territorio di Garbagnate.

"Parallelamente all’erogazione del servizio, verranno intensificati i controlli dei veicoli in divieto di sosta: si invitano pertanto i cittadini a verificare giorni e orari del passaggio dei mezzi di lavaggio strade", mette sull’allerta l’amministrazione comunale. Non, infatti, mancano le proteste contro le sanzioni a pioggia alle auto in sosta nei giorni di divieto. I cittadini lamentano l’avvio di un piano della pulizia delle strade che prevede contemporaneamente il passaggio in una zona troppo vasta, senza che al provvedimento siano seguite anche nuove zone di parcheggio.