Besozzo, 27 ottobre 2016 - Come domenica scorsa con il Sancolombano Pavia ancora sconfitto nel finale anche a Besozzo e con molti rimpianti. Ora la squadra di mister Buglio scivola a meno nove dalla vetta del girone A (anche se con una gara in meno rispetto alle avversarie). Primo tempo da dimenticare per gli azzurri. Al 18’ al primo affondo è il Verbano a passare in vantaggio: assist di Verde per Licciardello che controlla e conclude senza che Lepre riesca a chiuderlo. Il Pavia non si vede fino al 37’ quando su cross di Barabino con una girata al volo Chiaria sfiora il pareggio. Ben diversa la prestazione dei pavesi nella ripresa: e all’8’ arriva subito il pareggio con sponda di testa di Barabino e girata vincente di Chiaria per l’ 1-1. Pavia che va in vantaggio, poi, in mischia con Lepre bravo a insaccare per il 2-1. Al 23’ tiro di Malvestio e una deviazione manda il pallone sul palo e sulla ribattuta termina fuori il tiro di Francesco Verde. Ci prova, poi, Licciardello e vola Scaffia con uno splendido intervento. Pochi istanti dopo fallo di Capobianco in area azzurra ed è calcio di rigore per il Verbano e seconda ammonizione per il giovane giocatore azzurro. Bratto spiazza Scaffia e riporta in parità il Verbano. Al 42’ il gol della vittoria del Verbano: punizione con corta respinta e il liberissimo Rasini dal limite infila Scaffia per la rete del 3-2.