Voghera, 27 gennaio 2017 - Dopo un anno e mezzo di incertezze, domenica i vogheresi andranno alle urne per eleggere il sindaco. Si ripete infatti il ballottaggio, dopo che il Tar della Lombardia a febbraio 2016 aveva dichiarato illegittimo il risultato delle elezioni del maggio precedente, per errore nei conteggi dei voti. A sfidarsi, per il Pd Pier Ezio Ghezzi, 66 anni, per il centrodestra Carlo Barbieri, 51 anni. Si voterà dalle 7 alle 23, subito dopo ci sarà lo scrutinio e quindi il risultato si saprà già nella notte. Potranno votare tutti coloro che ne avevano diritto al 31 maggio 2015.

Intanto, proprio agli sgoccioli della campagna elettorale, volano le querele. Ghezzi ha sporto denuncia per diffamazione contro ignoti ai carabinieri per alcuni «volantini illegali che abbassano il livello del confronto politico. Sponsorizzano la candidatura di Barbieri, sono stupito del silenzio da parte sua». Riguardo al programma, annuncia: «Il mio è un appello al cambiamento. Per prima cosa, ripulirò la città dai rifiuti. Poi realizzerò il piano per la sicurezza e punterò alla lotta all’illegalità. Incontrerò il direttore generale dell’ex Asl per il funzionamento dell’ospedale cittadino. E assegnerò le case popolari ai bisognosi». Carlo Barbieri si è appellato ai cittadini: «La scelta è tra chi combatte la clandestinità e chi vuole un’immigrazione senza controllo, tra chi vuole una città pulita e chi vuole una raccolta dei rifiuti come è oggi, tra chi vuole valorizzare Asm e chi vuole venderla e molte altre sono le differenze», aggiungendo di «votare Carlo Barbieri, l’unico candidato vogherese presente sulla scheda elettorale, il vostro voto è importante per difendere i valori della nostra gente».

Le elezioni segnano anche il termine del governo cittadino del commissario prefettizio Sergio Pomponio: «Alla nuova amministrazione lascio una città dal bilancio solido. Sono molto soddisfatto, abbiamo lavorato tanto in questi undici mesi. Prepareremo una relazione che fungerà da passaggio di consegne per i nuovi amministratori». Con un consiglio: «Bisogna vivacizzare la città, attrarre le imprese e coinvolgere i giovani».