Pavia, 11 aprile 2017 - Sarà Nicola de Cardenas il successore di Alberto Cazzani alla guida di Confindustria Pavia. La decisione è stata presa all’unanimità ieri pomeriggio dal Consiglio generale dell'associazione pavese degli industriali, dopo che la Commissione di designazione (composta dagli imprenditori Attilio Brivio, Nicola Centonze e Renato Ravicino), ha presentato la relazione da cui è emerso il nome di de Cardenas quale unico candidato alla presidenza per il quadriennio 2017- 2021. Ora il presidente designato ha cinque settimane per elaborare il suo programma di attività per il mandato 2017-2021, sulla base delle indicazioni fornite dalla Commissione di designazione, e per scegliere i cinque vice presidenti che lo affiancheranno nella squadra di presidenza: il 15 maggio de Cardenas presenterà all'approvazione del Consiglio generale il programma e la sua squadra. Successivamente, il 27 giugno, l'assemblea generale privata di Confindustria Pavia eleggerà formalmente il nuovo presidente e i vicepresidenti.

"Rivolgo i miei più sinceri auguri all’amico Nicola - è il commento del presidente uscente Alberto Cazzani - che sta per affrontare questa esperienza. Sono contento che l'Associazione, in questo importante passaggio, abbia dimostrato grande unità e capacità di fare squadra. La coesione, che ha caratterizzato il mio mandato, resta il valore che apre questa nuova presidenza". "Desidero ringraziare il Consiglio generale e le aziende associate per aver indicato il mio nome" è il commento a caldo del presidente designato, che ha anche anticipato quelli che ha definito i "tre solidi pilastri sui quali costruire il mio programma: merito, conoscenza e qualità. La 'cultura del merito' deve radicarsi più diffusamente nel nostro Paese. Merito chiama conoscenza perché l'economia si fonda oggi sulla conoscenza. È dunque necessario innovare, investire sulle persone e favorire il trasferimento della conoscenza dai laboratori di ricerca alle imprese. La qualità, infine, è la carta vincente dei nostri prodotti sui mercati e deve caratterizzare anche l'azione di Confindustria Pavia, che dovrà essere sempre più vicina alle imprese, per saperne ascoltare problemi ed esigenze. Dovrà essere aperta a nuove idee, un luogo dove ci si confronta, si scambiano esperienze e si trae ispirazione per nuovi progetti: un laboratorio di imprenditorialità". "Non mi nascondo che viviamo tempi difficili - conclude Nicola de Cardenas - pieni di insidie e di nuove sfide, dominati da incertezza e insicurezza, ma io vedo anche esempi positivi di innovazione, di reazione, di capacità di adattarsi a un nuovo contesto, che devono darci fiducia e che ci indicano la strada da percorrere".

Per entrambi i mandati della presidenza Cazzani, Nicola de Cardenas è stato vice presidente con delega a internazionalizzazione, ricerca e innovazione. Classe 1964, laureato in Economia aziendale alla Bocconi, nipote del fondatore della Decsa Srl, è amministratore delegato dell'impresa vogherese che progetta, produce e commercializza impianti di raffreddamento.