Pavia, 16 maggio 2017 – È stata approvata dal Consiglio generale di Confindustria Pavia, nella riunione che si è tenuta nel pomeriggio di ieri, la squadra dei 5 vice presidenti, con rispettive deleghe, proposta dal presidente designato, Nicola de Cardenas: Luca Amoruso (Direttore generale Raffineria Eni SpA, produzione energia e idrocarburi) Promuovere l’innovazione; Maria Vittoria Brustia (Ceo Brustia-Alfameccanica, Produzione macchine per calzaturifici e accessori) Innovare l’organizzazione di Confindustria; Davide Caprioglio (Amministratore Nitrex Colmegna Srl, trattamenti termici dei metalli) Favorire la crescita delle imprese, Rinnovare le relazioni industriali; Daniele Cerliani (Vice presidente Cm Cerliani Srl, meccanica di precisione) Promuovere lo sviluppo sostenibile, la sicurezza del lavoro e la responsabilità sociale, Accrescere l’attrattività del territorio; Marco Salvadeo (Amministratore unico di OpportunITy Srl, Consulenza direzionale e strategica in ambito di risorse umane, fusioni e acquisizioni e finance) Qualificare le competenze delle persone, accrescere la base associativa.

A differenza del mandato quadriennale del presidente, quello dei vice presidenti è biennale (fino al 2019). A Brustia, Cerliani e Salvadeo sono state assegnate inoltre le deleghe territoriali, rispettivamente per l’area lomellina, quella pavese e per l’Oltrepo. Inoltre de Cardenas ha voluto affidare al past president di Confindustria Pavia, Alberto Cazzani, le deleghe sulle infrastrutture e sulla liberalizzazione dei mercati. Infine, Marco Montagna, presidente del Comitato della piccola industria, è stato indicato come il responsabile di un progetto speciale che riguarda l’Industria 4.0. La designazione del presidente de Cardenas e della sua squadra saranno sottoposte per elezione all’assemblea di Confindustria Pavia, convocata per il prossimo 27 giugno.