Pavia, 2 ottobre 2017 - "E' stato apprezzato il segno di qualità con cui si è voluta caratterizzare quest'anno la manifestazione". Franco Bosi, presidente della Camera di Commercio di Pavia, commenta così il report sull'edizione numero 65 dell'Autunno Pavese Doc, in particolare per quel che riguarda l'indagine post evento realizzata tra gli espositori. Quest'anno negli stand nel cortile del Castello Visconteo il 25% delle aziende espositrici partecipava per la prima volta all'Autunno Pavese Doc: "segno che il potere attrattivo della rassegna - commenta la nota camerale diffusa ieri - si affianca alla tradizionale affezione di alcune imprese storicamente presenti". Due gli elementi sottolineati dagli organizzatori (la Camera di Commercio di Pavia, attraverso l'azienda speciale Paviasviluppo): l'ottima affluenza di pubblico e la netta soddisfazione sia degli espositori che dei visitatori.

"Elevata la soddisfazione degli espositori - spiega la nota camerale - come rileva l'indagine post evento: l'esito è ottimo per il 40% e buono per il 55%, migliore l'esito commerciale rispetto alla scorsa edizione per il 45% degli espositori. L'interesse riscontrato per il prodotto da parte del pubblico è stato elevato per il 50% delle aziende e buono per il 40%. Sempre, in ogni caso, soddisfacente". Sempre a proposito dell'interesse del pubblico, le degustazioni dei risotti sono aumentate dell'11% e quelle di vino del 7%, nonostante un lieve calo del numero complessivo degli ingressi. I numeri di quest'anno non sono infatti da record per gli afflussi, limitati dalle code che si sono create per la capienza massima ridotta a 2mila presenze in contemporanea, per motivi di sicurezza, all'interno dell'area fieristica: nei 4 giorni della manifestazione (da venerdì 22 a lunedì 25 settembre), si è arrivati comunque al dato conclusivo di 20mila ingressi.

"Si è trattato di un pubblico molto attento alle proposte degli espositori - commenta la nota della Camera di commercio - interessato alle degustazioni preparate, agli stand e disposto agli acquisti. Un chiaro segno che si rafforza la vocazione della rassegna a vetrina rappresentativa della qualità e della tipicità del territorio. La maggior parte dei visitatori è arrivata preparata all'evento (il sito dedicato ad Autunno Pavese Doc ha registrato un aumento medio del 18% di visitatori) e ha seguito con interesse e partecipazione la manifestazione attraverso i canali social per un totale di oltre 7mila followers attivi su Facebook". "L'affluenza agli stand e l'interesse manifestato per i prodotti - conclude il presidente Bosi - segnano chiaramente la strada della promozione del territorio attraverso un evento così radicato nella tradizione ma al tempo stesso capace di rinnovarsi e di aggiungere contenuti di eccellenza assolutamente esclusivi".