Pavia, 10 ottobre 2017 - Contributi economici per le imprese e un premio in denaro per gli studenti. Tante le novità sui percorsi di alternanza scuola-lavoro che sono state presentate questa mattina dalla Camera di commercio di Pavia, nella sala consiliare della sede di via Mentana. Alternanza Day è l'iniziativa promossa da Unioncamere e da 61 Camere di commercio (tra cui quella di Pavia) con l'obiettivo di far incontrare scuole, imprese, associazioni imprenditoriali e mondo del no profit. Al centro dell'incontro di questa mattina, il lancio del progetto "Orientamento al lavoro e alle professioni" e la presentazione di tutte le iniziative e i servizi messi in campo dal sistema camerale per dare ulteriore impulso all'alternanza scuola-lavoro. 

"La riforma delle Camere di commercio - spiega il presidente dell'ente camerale pavese, Franco Bosi - prescrive che nell'ambito del territorio di competenza debbano svolgere le funzioni di orientamento al lavoro e alle professioni, certificazione delle competenze acquisite nell'ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, supporto all'incontro domanda-offerta di lavoro e sostegno alla transizione dalla scuola e dall'università al lavoro. In questo l'esperienza della Camera di commercio di Pavia è ultradecennale: collaboriamo ai progetti di alternanza e di impresa formativa simulata, organizzando momenti di orientamento per favorire l'incontro tra giovani in uscita dai percorsi scolastici e fabbisogni professionali delle imprese locali oltre a sensibilizzare gli studenti rispetto alla strada dell'autoimprenditorialità. Inoltre ricostruiamo sistematicamente, con una indagine ad hoc a livello locale, le previsioni di assunzione delle nostre imprese per profili professionali". 

Imprese, professionisti e enti no profit che partecipano a percorsi di alternanza scuola lavoro sono infatti i destinatari del progetto "Orientamento al lavoro e alle professioni", attraverso il quale verranno resi disponibili contributi (circa 26milioni di euro a livello nazionale) erogati attraverso bandi pubblici pubblicati dalle Camere di Commercio a livello territoriale (per le imprese, le cifre dovrebbero essere tra i 400 e i 600 euro). "I contributi - hanno spiegato questa mattina in Camera di commercio - intendono favorire la progettazione di percorsi 'di qualità' e potranno coprire le spese che le imprese che ospitano studenti in alternanza scuola lavoro sostengono, ad esempio, per la qualificazione dei tutor aziendali, per l'adeguamento per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro o per lo sviluppo di strumenti per la valutazione dell'apprendimento".

Agli studenti dei licei e degli istituti tecnici e professionali è invece dedicato il Premio "Storie d'alternanza". L'iniziativa ha l'obiettivo di valorizzare i racconti dei progetti d'alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado. Il premio si articola in due sessioni, una relativa al secondo semestre di quest'anno (scadenza il 27 ottobre), l’altra al primo semestre 2018 (scadenza 20 aprile): verranno premiati i video (di 3-8 minuti) che "raccontano" le attività svolte e le competenze maturate. La Camera di Commercio di Pavia mette a disposizione 6 premi in denaro per studenti per un totale di tremila euro a sessione. Se si supera la selezione locale si può partecipare a quella nazionale. In palio, un premio complessivo di 5mila euro a sessione per le scuole che partecipano a quella nazionale, gestita da Unioncamere.