Pavia, 3 ottobre 2017 - "La risposta del pubblico nel primo mese di mostra sui Longobardi ha pochi precedenti nella storia dei nostri musei". L'assessore alla cultura Giacomo Galazzo è molto soddisfatto. L'esposizione che il castello ospita fino a domenica 3 dicembre, finora è stata visitata da circa 10.400 persone (comprese le due giornate d'inaugurazione) con 10.108 biglietti staccati. Ed è stato un crescendo: nei primi tre giorni di apertura (venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 settembre) i visitatori sono stati 1539 visitatori, 1877 nella prima settimana di settembre saliti a 2100 nella seconda 2100, a 2299 nella terza e a 2593 nella quarta. La media giornaliera si è attestata sui 388,76 biglietti con un'eccezione, domenica 24 settembre che ha segnato il record con 904 ticket staccati

"Longobardi è anche però valorizzazione del patrimonio cittadino fuori dal museo - ricorda Galazzo - e il grande successo delle visite alle cripte è un'altra delle grandi soddisfazioni di questa stagione: mai nella storia recente della città in così tanti le avevano visitate". Per tutto il periodo della mostra sui Longobardi, infatti, nelle giornate di sabato e domenica, è possibile visitare liberamente e gratuitamente le cripte di Sant'Eusebio, San Felice e San Giovanni Domnarum. Nel primo mese la cripta di Sant'Eusebio ha registrato ben 2783 visitatori, mentre San Felice e San Giovanni Domnarum si sono avvicinate ai 2000 ciascuna.