Pavia, 6 aprile 2017 - La capitale dei Longobardi accoglierà dodici mesi di appuntamenti destinati a valorizzare, promuovere e migliorare il territorio nell'anno del Turismo Lombardo. Una serie di eventi che prevede mostre, rassegne e iniziative culturali di diverso genere, con interventi strutturali e duraturi di valorizzazione e riqualificazione urbana.

In particolare sarà sistemata la cripta di Sant'Eusebio, costruita come cattedrale ariana da Rotari e piazza Leonardo da Vinci. Inoltre saranno collocati degli infopoint diffusi che diranno ai turisti quali monumenti si trovano nelle vicinanze, ma anche dove andare a mangiare e 20 nuove postazioni wi-fi. "Un turista che arriva in città, vorrà avere informazioni appena parcheggia - ha detto il vicesindaco e assessore al Commercio Angela Gregorini -. Quindi collocheremo due postazioni nei pressi dell'area di sosta di viale Indipendenza e di piazzale Oberdan". "Pavia torna a scoprire la vicenda della civiltà longobarda, grazie a un progetto, che intende promuovere interventi e iniziative culturali legati alla sua qualità di antica Capitale - ha aggiunto l'assessore alla Cultura Giacomo Galazzo -. Attraverso il filo conduttore della storia, eventi speciali quali mostre e momenti di cultura si affiancheranno a interventi strutturali e duraturi di valorizzazione e riqualificazione urbana, destinati a promuovere la città con il suo patrimonio, e a rimanere quale eredità di questa avventura culturale che siamo felici di intraprendere insieme a Regione Lombardia". Oltre alla cripta di Sant'Eusebio, attraverso Cult city, progetto che complessivamente mette in campo un milione di euro, 500mila dei quali della Regione, sarà riqualificata la sala del Rivellino del castello visconteo e la biglietteria che per l'inaugurazione della mostra dedicata ai Longobardi, avrà un nuovo look. Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori avrà come suo testimonial d'eccezione il celebre cantautore Max Pezzali, che racconterà con una serie di video i luoghi a lui cari della città. E, per scoprire le tradizioni e le leggende pavesi, domani notte si potrà vedere dal vivo come nasce la colomba di Alboino. Il dolce tipico della Pasqua, simbolo di pace, infatti, è nato a Pavia ed è stato offerto ad Alboino per 'ingraziarselo' e impedirgli di saccheggiare la città. Il laboratorio Vigoni di Sant'Alessio con Vialone domani notte (dalle 2 alle 5) e sabato aprirà le sue porte per accogliere gli appassionati di storia e di cucina. 

Dal 26 al 29 maggio poi ci saranno conferenze, laboratori didattici, visite guidate, installazioni floreali, incontri culinari di promozione dei prodotti del territorio e concerti, dislocati in diversi punti della città (dal Castello Visconteo alla Cupola Arnaboldi, dal piazze del centro storico al Teatro Fraschini, dall'Università alle Basiliche). Tra gli appuntamenti ci sarà un'installazione audio, in piazza della Vittoria, dedicata all'Adelchi recitato da Carmelo Bene, il concerto Pavia longobarda e altre storie, a cui parteciperà, tra gli altri, il gruppo dei Fiò dla nebia, i laboratori e le visite guidate per bambini al Castello Visconteo, incentrati sui Longobardi e sulla figura di Alboino, come "Un selfie con Alboino", con storie, leggende e animazione. E poi ancora, la lectio di Andrea Bocconi, scrittore e schermitore, dal titolo "Sul duello. Ordalie, tentazioni e talk show", e quella di Carlo Alberto Redi dal titolo "Umanità geneticamente modificata. Da Neanderthal a sapiens passando per Liutprando", l'intervento di Gherardo Colombo sull'Editto di Rotari e sui grandi momenti di cambiamento delle società, e il concerto per arpa di Martino Panizza. A chiudere la rassegna, il 30 maggio, in occasione della Cult City Open Night, sarà il concerto organizzato al Teatro Fraschini per i 150 anni dell'Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini, con i musicisti dell'orchestra, del coro e i solisti dell'istituto musicale Vittadini che, diretti dalmaestro Andrea Dindo, eseguiranno arie e sinfonie di Mozart. Tra le attività collaterali alla rassegna, sarà l'inaugurazione, negli spazi di Palazzo Bottigella Gandini, della mostra "Todo es nada", con opere e installazioni di Paul Renner e il concerto d'organo con cena a tema, il concerto jazz, presso il Palazzo Negri della Torre, "Extemporary vision ensamble" a cura del FAI e il convegno "Palazzo Botta: una giornata tra scienza e storia a Pavia". Gli appuntamenti proseguono, a giugno, con il ciclo di Letture in Basilica, un calendario di sei incontri su "Le parole dell'anima", dove personalità di spicco della cultura commenteranno passi di libri sapienziali nelle Basiliche della città, e culmineranno il 26 agosto con l'inaugurazione della mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, un grande progetto espositivo riguardante la civiltà longobarda.