Pavia, 17 marzo 2017 - L'Università di Pavia ha il suo Consiglio degli studenti. L'organo di rappresentanza degli studenti a livello di ateneo e di coordinamento delle rappresentanze studentesche nelle strutture centrali e periferiche, è stato eletto per la prima volta. Elisabetta Franchi del Coordinamento per il Diritto Allo Studio- UdU Pavia sarà la presidente, vicepresidente Chiara Amadori (Adi Pavia) e Maddalena Armellini come segretario (Gruppo Kos).

"Sono contenta che il Consiglio degli studenti sia finalmente entrato in funzione - ha detto la neopresidente Elisabetta Franchi -, perché penso sia importante e fondamentale che le voci degli studenti possano essere sentite con ancora più forza negli organi maggiori, soprattutto su temi delicati come quelli che siamo chiamati a trattare. Il lavoro da fare è tanto e spero sarà proficuo, anzitutto in termini di proposte”.

"Con le elezioni di ieri, abbiamo concluso il processo di istituzione dell'organo, iniziato circa un anno fa con l'approvazione del regolamento per il proprio funzionamento - ha aggiunto Luigi Profeta, segretario del Coordinamento per il Diritto allo Studio -UdU Pavia e consigliere di amministrazione -. Eleggere il presidente del Consiglio è un risultato importante per la nostra associazione sindacale. All'interno dell'organo, grazie al risultato elettore delle ultime elezioni, il Coordinamento per il Diritto allo Studio -UdU Pavia rappresenta la lista di maggioranza relativa, rappresentando il principale punto di riferimento per gli studenti pavesi". 

Il Consiglio svolge funzioni propositive e consultive nei confronti degli organi accademici, esprimendo parere obbligatorio sugli interventi per l’attuazione del diritto allo studio, la variazione di tasse, di contributi studenteschi e sulla disciplina di accesso ai corsi di studio.