Pavia, 12 febbraio 2018 - Un'altra nottata di movida violenta. Come accade purtroppo spesso nelle notti di divertimento in centro storico, la serata di sabato ha avuto strascichi pesanti, con una maxi rissa nella quale sarebbero state coinvolte decine di ragazzi, forse una trentina. È iniziato tutto fuori da un locale in via Beccaria, la stradina che collega piazza della Vittoria a via Bossolaro, ma la rissa s’è poi spostata verso il Borgo Ticino per arrivare a concludersi a Travacò Siccomario, in via della Chiavica in località Battella. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, supportati poi anche dalla polizia, e i soccorsi dell’Areu.

Il bilancio è infatti di 3 ragazzi, tra i 21 e i 22 anni, finiti in ospedale per le ferite riportate. Un primo giovane, 21 anni, è stato soccorso proprio in via Beccaria poco prima dell’una di notte. Mezz’ora più tardi un’altra ambulanza è dovuta andare a Travacò per soccorrere altri 2 feriti, due giovani di 21 e 22 anni, che probabilmente erano stati inseguiti e aggrediti sulla strada verso casa. I coinvolti sono tutti italiani, due residenti a Travacò e uno a Cava Manara. I carabinieri della compagnia di Pavia ne hanno identificato altri, ma stanno ancora effettuando accertamenti per ricostruire la dinamica dell’accaduto e attribuire le eventuali responsabilità. Se infatti si tratta di una rissa e non di un’aggressione, finiranno per essere denunciati tutti quanti.

Al solito, a far scattare la lite ci sarebbero quelli che nel gergo delle forze dell’ordine vengono definiti “futili motivi”: basta infatti una parola o anche uno sguardo di troppo per far scattare la reazione violenta, solitamente con la complicità dell’alcol. L’accaduto ha turbato notevolmente il clima in centro storico, rovinando la nottata anche a chi si voleva solo divertire.