Pavia, 18 marzo 2017 - Ad un anno dall'avvio della raccolta differenziata “porta a porta” in tutta la città, da lunedì viene apportata l'ultima modifica organizzativa per le aree del centro Storico e del borgo Ticino. "La modifica per la verità è semplicissima - dice il presidente di Asm Duccio Bianchi - ma, come con tutte le modifiche, è possibile che inizialmente ci sarà un po' di confusione". In sostanza l'azienda chiede a tutti i condomini e gli stabili di far entrare i propri operatori per ritirare e riconsegnare bidoni e sacchi (dietro un pagamento minimo), in modo che i rifiuti non siano più in strada.

"Vogliamo passare con i nostri mezzi (più nuovi e meno rumorosi), alla mattina dopo le 7 e ritirare i rifiuti - aggiunge Bianchi -. I cittadini devono solo mettere i rifiuti ben separati nei diversi contenitori. Il servizio di ritiro interno dei contenitori/sacchi in cortile costa al massimo di 30 euro l'anno. Chi non intende spenderli deve attenersi ai nuovi orari di esposizione. Niente sacchi o bidoni fuori alla notte. Nel centro storico i sacchi e i bidoni vanno esposti tra le 6 e le 9, nelle zone più centrali tra le 6 e le 7,30".

Nei primi giorni le difficoltà non mancheranno. "Abbiate pazienza - chiede il presidente Bianchi -. Ci saranno ancora quelli che preferivano la notte e quelli che protestano perché il ritiro non è avvenuto in tempo. I primi giorni sono sempre più difficili. Poi, come è già avvenuto, tutto andrà bene. E noi contiamo con questa nuova raccolta differenziata in centro Storico e Borgo Ticino di ridurre ancora, e non di poco, i costi. Poi, se il consiglio comunale sarà d'accordo, pagheremo ciascuno per quello che produce".