Pavia, 12 luglio 2017 - E' stata segnalata alla Procura di Pavia, in stato di libertà, per due furti messi a segno lo scorso giugno al Policlinico San Matteo. E' una donna di 36 anni, italiana, con già molti altri precedenti specifici. Gli agenti del Posto di polizia dell'ospedale pavese, ricevute le denunce dalle persone ricoverate e avviate le indagini, sono risaliti alla sua identità grazie alle tracce lasciate con le operazioni eseguite con le carte di credito e tessere bancomat che erano state rubate dalle stanze di degenza del Policlinico.

Prima che le vittime si accorgessero del furto e bloccassero quindi le carte, era riuscita ad acquistare gioielli per oltre 1.600 euro, prelevare mille euro in contanti da uno sportello automatico e fare anche un rifornimento di carburante. Ma le immagini degli impianti di videosorveglianza e le testimonianze raccolte dalla polizia hanno portato alla sua identificazione. E le è stato contestato anche un analogo furto, commesso 3 anni fa sempre all'interno dell'ospedale pavese.