Pavia, 5 dicembre 2017 - La mensa universitaria si trasforma e diventa un ristorante dove consumare il pranzo, ma anche fermarsi a chiacchierare con i colleghi. E' stato inaugurato oggi in via Bassi al Cravino lo spazio da 180 posti che sarà un punto di riferimento per circa 8mila studenti e servirà 800 pasti al giorno tra bar e mensa. "L'Ateneo pavese con i suoi collegi rappresenta un modo speciale di fare università - ha detto il rettore Fabio Rugge -. L'Edisu, a sua volta rappresenta un modo avanzato di praticare il diritto allo studio. L'obiettivo di Università ed Edisu è il benessere studentesco in ogni sua forma e la mensa è in linea con questo impegno".

L'investimento di circa 700mila euro ha permesso il recupero di un edificio rinnovato dalla struttura agli impianti. A gestire il servizio sarà Markas, azienda altoatesina che gestirà la nuova mensa per i prossimi 8 anni. "Abbiamo messo in campo il meglio dei nostri servizi - ha sottolineato Armin Boschetto, direttore di produzione food di Markas -. Al recupero dell'edificio, che rappresenta il nostro impegno per il territorio, si aggiunge una proposta gastronomica rinnovata, pensata per incontrare le esigenze degli studenti". 

Nel nuovo ristorante universitario ci sarà spazio, infatti, anche per una cultura della sana alimentazione con giornate a tema come i 'Brainfood days', dove gli studenti imparano a conoscere gli alimenti 'alleati' per lo studio e la concentrazione. "Attraverso una positiva partnership tra pubblico e privato - ha aggiunto il presidente del'Ente per il diritto allo studio (Edisu) Paolo Benazzo - è stata realizzata una delle opere più importanti e significative degli ultimi anni".