Monticelli Pavese (Pavia), 10 luglio 2017 - Non ce l'ha fatta. Non ha mai ripreso conoscenza ed è morto nella notte all'ospedale di Bergamo il bambino di 6 anni, residente a Càstano Primo (Milano), che era stato trovato in arresto cardiaco nella piscina di un ristorante, domenica pomeriggio, durante i festeggiamenti di un matrimonio. Era stato visto galleggiare nell'acqua da una bambina che era nel gruppo dei figlioletti degli invitati che, allontanandosi dai tavoli dove sono invece rimasti i genitori, si sono avventurati nella zona della piscina, tuffandosi appena dopo aver finito di mangiare.

Probabilmente una congestione ha fatto perdere i sensi in acqua al bambino di 6 anni, soccorso dall'Areu e trasportato in elicottero all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Le manovre rianimatorie avevano fatto ripartire il cuore, che s'era però fermato probabilmente per troppo tempo e i danni sono così stati irreversibili. Ricoverato in Rianimazione, dopo poche ore la lotta per la vita è terminata come purtroppo già si temeva nei concitati momenti dei soccorsi. Con il decesso della piccola vittima, proseguono gli accertamenti dei carabinieri per verificare eventuali responsabilità, in particolare per l'omissione di vigilanza in piscina.