San Genesio (Pavia), 13 gennaio 2018 - "Ciao Fra, vola libero, adesso non hai più costrizioni. Spiega le tue ali, noi ti avremo sempre nei nostri cuori". Un’amica ha scritto questo sul profilo Facebook di Francesco Ferlito, 41enne che ha perso la vita a causa dei postumi di un incidente che si è verificato l’altro pomeriggio, mezz’ora dopo l’investimento di Mattia. Un tristissimo destino lega due persone così diverse che se ne sono andate nello stesso giorno. Mattia e Francesco, infatti, vivevano entrambi a San Genesio e hanno cessato di vivere a poche ore uno dall’altro. Mattia, però, ha avuto l’incidente a due passi dalla casa in cui viveva, mentre Francesco a qualche chilometro, nel territorio comunale di Giussago sulla strada provinciale 10 nel punto in cui da una parte si va a Guinzano e dall’altra alla frazione Stazione Certosa.

In quel punto noto come “incrocio della Galbani”, forse a causa di una mancata precedenza si sono scontrate una minicar e una Ford Fiesta alla cui guida c’era un 26enne esattamente come nel caso di Mattia. Ferlito che stava guidando la minicar è rimasto incastrato nel mezzo e ha perso i sensi. Estratto dai vigili del fuoco, il 41enne è stato trasportato in ambulanza al Policlinico San Matteo. I medici hanno fatto il possibile per salvargli la vita, ma erano troppo gravi i traumi riportati. "Una giornata terribile – ha commentato il sindaco di San Genesio Cristiano Migliavacca –. Io che mi sento un po’ il padre spirituale dell’intera comunità non avrei mai pensato di poter vivere un dolore simile. Due incidenti avvenuti a mezz’ora di distanza e due decessi. A San Genesio ci conosciamo tutti, siamo amici. Anche la famiglia Ferlito, come quella di Mattia potrà contare sul nostro appoggio emotivo e concreto". "Grande bounty – scrive sul profilo di Ferlito un’altra amica – sarai sempre nel cuore dei tuoi amici di San Genesio". E qualcuno pubblica un video dell’uomo per ricordarlo quando rideva felice".