Vigevano, 21 aprile 2017 - Intercettare e prevenire il disagio che si può manifestare in ambito famigliare. Nasce con questo obiettivo il protocollo sottoscritto da amministrazione comunale, Asst e Diocesi di Vigevano. Ciascuno dei soggetti firmatari agirà in un campo specifico: il Comune si farà carico dei progetti di residenzialità, affido e adozione. Da parte sua la Asst si occuperà dell’aspetto clinico, terapeutico ed assistenziale mentre la Diocesi, attraverso il centro di consulenza famigliare, si occuperò di intercettare le situazioni di disagio.

L’intento del progetto è quello di sviluppare una rete di solidarietà che promuova la crescita delle competenze educative, relazionali e di ascolto che prevedano anche degli interventi di sostegno ai compiti della famiglia e della scuola.