Pavia, 6 ottobre 2017 - Sono tutti e tre pavesi i Paladino. Ha ottenuto la residenza la famiglia italo-venezuelana arrivata a Pavia per essere curata. Trenta giorni dopo essere sbarcati all'aeroporto Giuseppe, che in Venezuela è stato raggiunto da una pallottola alla schiena durante un tentativo di furto, alla Fondazione Maugeri dove si trova ricoverato ha potuto riabbracciare la sua famiglia, la moglie Vanessa e il figlio con i quali ha festeggiato il suo compleanno.

A portare a Giuseppe dolci e candeline è stata la Fondazione Fanny che sta assistendo da un mese i due genitori e il bambino arrivati in Italia grazie all'interessamento del Consolato e della prefettura, ma con tre valigie di abiti estivi e un carico di preoccupazioni. Il bambino di 10 anni che ora frequenta la scuola e il catechismo, infatti, è reduce da una battaglia contro la leucemia, mentre Giuseppe è immobilizzato. In mezzo c'è Vanessa che si è ritrovata a migliaia di chilometri da casa senza alcun tipo di sostegno economico e garanzia per il futuro. La generosità dei pavesi e l'interessamento della famiglia Facchera che gestisce la Fondazione Fanny li sta aiutando. Sono stati loro a far ottenere a tutti e tre la residenza a Pavia e a iniziare a ricostruire sotto l'aspetto economico una vita più serena e dignitosa. Ma la strada è ancora lunga. Chi volesse devolvere il proprio aiuto detraibile dalle tasse, lo può fare utilizzando la causale "Sostegno alla famiglia Palladino" mediante bonifico alla Fondazione Fanny Facchera IBAN IT 90103359 01600100000003778 Banca Prossima filiale 5000 Milano - via Manzoni angolo via Verdi 20123 Milano. Oppure sul conto corrente postale n° 98142235 o versando un assegno alla Fondazione Fanny onlus, viale Brambilla 70/D di Pavia.