Pavia, 12 ottobre 2017 - Un bar del centro storico di Pavia è stato chiuso per sette giorni, su provvedimento adottato dal questore "a tutela della salute pubblica e dei minori". La misura è stata presa dopo che lo scorso 13 agosto i medici del 118 erano intervenuti per soccorrere una ragazza di 15 anni colta da malore in seguito all'abuso di bevande alcoliche.

Gli accertamenti condotti dal personale della squadra di polizia amministrativa della Questura, hanno consentito di appurare che la 15enne aveva bevuto nella serata almeno cinque "chupiti", alcolici che erano stati venduti dalla titolare del locale senza chiedere alla giovane il documento di identità. Dalle indagini è emerso che, nella stessa circostanza, anche ad altre due ragazze minorenni, che si trovavano in compagnia della 15enne finita in ospedale, erano stato vendute bevande alcoliche senza alcuna verifica preventiva sulla loro età.