Milano / Bergamo / Brescia / Como / Cremona / Lecco / Legnano / Lodi / Monza Brianza / Mantova / Pavia / Martesana / Rho / Sesto / Sud-Milano / Sondrio / Varese

"Dinosauri in carne e ossa" Il ritorno a Villa Mirabello

Fino al 28 luglio sarà possibile ammirare quaranta fedeli riproduzioni di carnivori, erbivori e mammiferi, alti anche più di cinque metri

Lo scheletro di un dinosauro (Foto Sgattoni)
Lo scheletro di un dinosauro (Foto Sgattoni)

Monza, 28 febbraio 2013 - Dinosauri: un mondo che da sempre affascina i bambini sarà protagonista nel parco della Reggia di Monza. I modelli a grandezza naturale di oltre 40 rettili, mammiferi e anfibi preistorici saranno in mostra da domani e fino al 28 luglio a Villa Mirabello. La rassegna 'Dinosauri in Carne e Ossa' ricostruisce gli animali preistorici nell'aspetto che dovevano avere in vita milioni di anni fa. Rettili, mammiferi, piccoli predatori, grandi erbivori: per realizzare le riproduzioni, paleontologi professionisti sono partiti dallo studio dei fossili per poi seguire personalmente le varie fasi di esecuzione delle sculture fino alla rifinitura in dettaglio.

Un mondo che da sempre ha ispirato anche il cinema, a partire da Jurassic Park per arrivare fino a "L'Era glaciale". La rassegna, curata da Stefania Nosotti e Simone Maganuco, gode del supporto di un comitato scientifico in cui spicca il nome di John "Jack" Horner, paleontologo del Museum of the Rockies in Montana, già ispiratore e consulente scientifico del film di Steven Spielberg. In mostra vi sono i carnivori più grandi fino ad oggi conosciuti, come il tirannosauro e lo spinosauro (alti più di 5 metri), e i dinosauri italiani soprannominati "Ciro" (Scipionyx samniticus), un piccolissimo cucciolo di carnivoro lungo appena una cinquantina di centimetri, e "Antonio" (Tethysadros insularis), un erbivoro delle dimensioni di un bovino.

Tra i "non-dinosauri" spicca l'anurognato, un rappresentante di piccola taglia dei rettili volanti che dominavano i cieli al tempo dei dinosauri. C'è poi il più grande mammifero terrestre conosciuto, l'indricoterio, e le specie di mammiferi (molto più recenti di indricoterio) che hanno ispirato i personaggi del film di animazione "L'Era Glaciale": il mammut lanoso (Manny), il bradipo terricolo nordamericano (Sid) e la tigre dai denti a sciabola (Diego).

C'è infine il minuscolo cronopio, pressoché identico a un altro protagonista del cartoon, il topo-scoiattolo Scrat, che è invece un mammifero vissuto al tempo dei dinosauri scoperto dopo l'uscita del film. Si trattava infatti di un personaggio di pura fantasia e la scoperta, nel 2011, dei resti fossili di un animaletto che gli somigliava molto ha sorpreso i paleontologi.

Condividi l'articolo
comments powered by Disqus
404 - Resource not found
404 – Resource not found

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP