Monza, 11 ottobre 2017 - Fare mobili, divani e letti belli e confortevoli è importante, ma è poi fondamentale saperli anche vendere. E saper usare la tecnologia anche in questo capo oggi, in una situazione di mercato globale, è ancor più importante. «Se si ha un sito internet inadeguato oggi in Cina non si vende. Le nostre imprese devono quindi saper raccontare i loro prodotti, i materiali e l’innovazione che sta alle loro spalle, la cultura e la storia del luogo in cui vengono prodotti (ad esempio qui in Brianza c’è questa splendida Villa Reale) se si vuole trovare elementi di attrazione che altrimenti vengono vanificati di grandi gruppi del settore», ha detto Arturo Dell’Acqua Bellavitis, presidente Triennale Design Museum.

Un e-commerce (vendita online) sempre più importante e in ascesa. Il commercio on line in Lombardia e in Italia è fortemente cresciuto. Vendite al di fuori dei negozi che in Lombardia, sono salite del 4,3% in un anno e +38,3% in sei anni. Ed è stato un vero e proprio boom delle imprese specializzate nel commercio online: +9% in un anno e +113% in sei anni. Le imprese specializzate in commercio via internet sono passate infatti dalle 1.348 del 2010 alle quasi 3mila del 2016 e danno lavoro a quasi la metà degli occupati del settore, 5mila su 13mila.

È quanto ha attestato una recente elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi sui dati del registro delle imprese. Milano è prima provincia con 1.272 imprese nel settore, il doppio del 2010 quando erano 613, e oltre 3mila addetti. Vengono poi: Brescia con 329 imprese, Bergamo con 255 imprese e Monza con 254. In Italia le imprese sono cresciute del 10% in un anno e del +118% in sei anni. Sono quasi 16mila e operano soprattutto a Roma (1.400 sedi di impresa), Milano (1.272) e Napoli (1.060). Se si considerano gli addetti Milano è prima con 3.126 occupati seguita da Perugia (2.616). Roma è terza con circa 2mila, Napoli quarta con 1.400.