Monza, 18 febbraio 2015 – Un grande «Basta!» urlato da volti noti e personaggi dello spettacolo, dello sport e della tivù, primi piani e fotografie che si rincorrono sulle pareti al piano terra della Villa Reale per dire un no definitivo a ogni forma di violenza e di abuso.

È il contenuto della mostra ospitata alle Cucine della Villa Reale, dove spiccano gli scatti in bianco e nero con i messaggi gridati da Rossella Brescia, Alena Seredova, Francesca Senette, Nicola Savino, Cristina Chiabotto, Ale&Franz, Emanuele Filiberto, Alba Parietti, Massimiliano Rosolino e molti altri.

La mostra porta la firma del fotografo Livio Moiana e sarà visibile fino all’8 marzo, dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 24. Grideranno «Basta!» ad ogni forma di violenza e all’isolamento in cui spesso incorre chi subisce un sopruso.

«I lineamenti deformati, tirati, la fronte corrugata e la bocca spalancata in un urlo dal sapore espressionistico, per risvegliare le coscienze e porre l’accento sulla condizione della vittima, troppo spesso lasciata sola nell’arduo compito di ricostruire la propria vita», spiegano i promotori in un comunicato delle Cucine.

La mostra è abbinata al ciclo di aperitivi solidali «Villa in Rosa», che sponsorizza Tamara Onlus, l’associazione che aiuta le vittime della violenza.