Nova Milanese (Monza Brianza), 10 Gennaio 2018 - Perizia psichiatrica per Mattia Del Zotto. L'ha disposta il pm della Procura di Monza Carlo Cinque sul 27enne di Nova Milanese che ha avvelenato con il tallio nell'acqua minerale i parenti, uccidendo i nonni paterni e mandando in ospedale altre cinque persone.

La decisione è scaturita dall'esito degli accertamenti psicologici, eseguiti sul giovane nel reparto di psichiatria dell'ospedale San Gerardo di Monza dove Mattia è stato trasferito prima di fare ritorno in carcere, che hanno fatto emergere una mente "complessa" che deve essere scandagliata con una apposita consulenza.

La perizia dovrà verificare la capacità di intendere e di volere dell'indagato di omicidio plurimo e tentato omicidio plurimo premeditati, finora ritenuto una "lucida mente criminale" per avere pianificato di sterminare i familiari ritenuti "impuri". Tanto che al giovane è stata negata dal gip del Tribunale di Monza Federica Centonze una perizia psichiatrica sulla capacità di stare a giudizio, chiesta dal difensore di Mattia, l'avvocato Silvia Letterio.