Solaro, 29 dicembre 2017 - Due ferite, profonde, fatali. Con una arma “da punta e da taglio“, molto probabilmente un coltello. E il decesso, dopo pochi istanti, per dissanguamento.

Sono i primi esiti dell’autopsia svoltasi venerdì mattina presso l’Istituto di Medicina Legale di Milano, sulla salma di Michelangelo Redaelli, il 54enne ucciso da ignoti nel garage della sua abitazione in via Parini 1 a Solaro

Confermato anche un elemento importante, per le indagini: il corpo è stato scoperto sabato 23 in tarda serata, chiuso dentro il garage accanto all’auto nuova, e l’omicidio sarebbe avvenuto non più di due giorni prima: da giovedì 21, in poi. 
Tasselli chiave, per i carabinieri della compagnia di Desio che stanno conducendo le indagini coordinate dal pm Carlo Cinque della Procura di Monza per cercare di identificare e acciuffare il killer.