Seveso, 10 agosto 2017 - E' andata in vacanza lasciando i suoi otto cani in casa a Seveso senza cibo, senza qualcuno che si occupasse di loro. E alcuni vicini di casa della donna, allarmati perché da tre giorni sentivano i cani abbaiare giorno e notte, hanno allertato l’Enpa. I volontari si sono precipitati nella città brianzola, trovando gli otto quattrozampe in buone condizioni fisiche ma visibilmente affamati e accaldati. Subito li hanno caricati sul furgone e li hanno portati nel canile di Monza, dove sono stati sfamati, coccolati e lasciati alle cure dei veterinari. "Mi ero assentata solo per tre giorni - ha spiegato la donna ai volontari che l’hanno contattata al telefono -. È un periodo difficile, non sono più in grado di occuparmi dei miei cani".

Per il Nucleo anti-maltrattamento dell’Enpa non è stato semplice riuscire ad accedere all’appartamento. Gli operatori, tramite i residenti, hanno dovuto rintracciare la padrona di casa (la donna infatti è in affitto e al momento era irreperibile), mentre all’interno dell’appartamento chiuso gli animali continuavano ad abbaiare. La proprietaria, quindi, è arrivata e ha aperto la porta. E gli operatori sono riusciti a entrare, soccorrendo le povere bestiole con la collaborazione di un veterinario dell’Ats. Una volta aperta la porta si sono trovati davanti otto cani scodinzolanti: un bulldog francese, un border collie e sei chihuahua. Che sono stati subito presi in braccio dai volontari. Il passo successivo è stato quello di rintracciare la padrona dei cani al telefono. Quando la donna finalmente ha risposto, ha cercato di giustificarsi. Poi ha ammesso che questo per lei è un periodo difficile e non sarebbe più stata in grado di accudire i suoi cani.

Un volontario del Nucleo anti-maltrattamento ha spiegato alla donna le conseguenze del suo gesto, e i guai giudiziari ai quali potrebbe andare incontro. L’abbandono di animali, infatti, è un reato. I volontari del’Enpa lanciano un appello: "Chiunque si trovi in difficoltà deve chiedere aiuto a un’associazione o alle istituzioni, non si devono abbandonare gli animali". Gli otto cani, con il consenso della donna, verranno dati in adozione. Cercano un nuovo padrone, in grado di garantire loro cure e affetto.