Seregno (Monza), 3 Ottobre 2017 - Il gip del Tribunale di Monza Federica Centonze ha condannato a 16 anni di reclusione nel processo con il rito abbreviato Attilio Berlingeri, il 56enne che ha ucciso con due colpi di pistola in un parcheggio a Seregno la ex convivente Carmela Aparo, 64 anni.

Il giudice ha accolto la richiesta di pena presentata dal rappresentante della pubblica accusa, il sostituto procuratore monzese Alessandro Pepè titolare dell'inchiesta, concedendo all'imputato (ancora detenuto in carcere) le attenuanti generiche equivalenti alle contestate aggravanti della premeditazione e alla recidiva.

A Berlingeri non sono state invece concesse attenuanti per incapacità di intendere e di volere, almeno parziale, come era stato chiesto dal suo difensore, l'avvocato Norberto Argento, dopo che le perizie psichiatriche hanno concluso che l'uomo, già in cura al Cps di Seregno, soffre di una patologia psichiatrica, un disturbo della personalità causato da comportamenti antisociali, abuso di sostanze, propensione alla perdita del controllo degli impulsi. Al processo non si sono costituiti parti civili i familiari della vittima.