Besana Brianza (Monza e Brianza), 23 giugno 2017 - I carabinieri stanno cercando oltre ad un uomo brizzolato e robusto, in fuga, anche la residente che abita al civico 13 di via Cavour al piano terra. Le quattro finestre stamattina erano chiuse e a viste esterna c’era un foglio A4 con scritto “immobile sottoposto a sequestro” ai sensi dell’articolo 354” Legione Carabinieri “ Lombardia”  – Stazione locale di Besana Brianza. Il movente per l’assassino di Giuseppe Piazza, 55 anni, ucciso dopo le 16 casa di eri, potrebbe essere per l’ennesima lite condominiale finita in tragedia. Piazza poco prima era nel suo appartamento a terzo e ultimo piano con la compagna Lina, e quindi si sarebbe diretto, superando il cortile delle case comunali, verso la piazza che sta allestendo una festa della frazione di Bragora .

Piazza è stato freddato con più colpi di pistola proprio all’imbocco dell’ingresso. Si è parlato di un stato un regolamento di conti. Perché Giuseppe Piazza ha avuto un passato burrascoso fuori e dentro dalla galera per reati contro il patrimonio e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Da anni, pare che la vittima fosse in cattiva salute e non avesse più avuto guai con la giustizia. Non lavorava e passeggiava spesso anche aiutandosi con un bastone. Pare che nelle case di cortile del Comune spesso le liti tra vicini fossero violente.

Tanto che agenti della locale e carabinieri spesso controllavano i due civici 11 e 13. La casa sotto sequestro è di una donna a cui pochi anni fa i servizi sociali hanno dato l’alloggio al piano terra perché ha un figlio maggiorenne con grave disabilità. Pare che i litigi fossero anche per il cane della signora. Con i sigilli sull’appartamento e la ricerca della donne e dell’uomo brizzolato che potrebbe essere un parente o un amico, tutto lascia pensare ad un omicidio per liti tra vicini di casa. I carabinieri stanno ancora interrogando i residenti e si sono fatti consegnare tutte le immagini estrapolate della videosorveglianza in parte nascosta dai tendoni e stand della festa, dove a pochi metri dal cadavere la sua frazione di Bragora che è alle prese con l'allestimento, in piazza, di banchetti, tendoni e stand per una festa locale (per questo c'erano diversi passanti, volontari e residenti.