Nova Milanese (Monza e Brianza), 14 novembre 2017 - Un incubo senza fine e che anzi si allarga. Si aggrava. Due altre persone, parenti della famiglia Del Zotto, sono state ricoverate questa mattina all'ospedale di via Mazzini a Desio per dei chiari sintomi simili ai familiari già colpiti dal tallio. Si tratta dei suoceri di Domenico, il terzo figlio dei coniugi Del Zotto, P.A. di 83 anni e P.M. di 81. 

Al momento non paiono in pericolo di vita, ma c'è grande preoccupazione. Le due persone abitano a Nova Milanese, non nella stesa villetta di via Fiume dove risiedevano le sei persone già colpite dal killer silenzioso, tre decedute e tre in ospedale.
Una nuova pagina di un un giallo drammatico e incredibile insieme, che conferma un altro aspetto investigativo importante: le due ulteriori persone colpite non avrebbero trascorso l'estate a Varmo. La causa sarebbe da rintracciare quindi solo ed esclusivamente a Nova.