Monza, 25 marzo 2017 - Fra i primi. Un gruppo di dipendenti della K-Felx di Roncello, da 60 giorni in lotta per non vedere chiudere lo stabilimento e trasferire la produzione all'estero, si è presentato di prima mattina al Parco di Monza per assistere alla messa del Pontefice, attesa per le 15.

Tutti con la medesima pettorina arancione. Attendono e sperano un intervento del Papa che possa aiutarli a non restare senza impiego e senza speranza. Da tempo è infatti in corso un duro confronto con la proprietà, la famiglia Spinelli di Vimercate, sul futuro del sito aziendale di Roncello, dove la fabbrica - oggi una multinazionale cresciuta anche grazie agli incentivi pubblici - è nata nel 1989.