Barlassina (Monza Brianza), 13 febbraio 2018 - Faceva il barman in uno dei locali più noti e alla moda di Barlassina, nel centro storico di piazza Cavour, a due passi da Palazzo Rezzonico e dalla parrocchia. Ma, oltre che servire al bar , aveva un secondo lavoro più remunerativo: spacciava di droga e vendeva armi. Il ventenne, di origini albanesi, è infatti stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti e traffico di armi dalla polizia di Stato di Milano.

In manette anche i suoi due complici, coetanei e connazionali. L’operazione è stata realizzata dalla Squadra Mobile della Questura di Milano con il supporto della Mobile di Como dopo aver raggiunto, a bordo di due autovetture, un garage a Mariano Comense. All’interno del garage di casa sono stati trovati ben sette chili di cocaina, quattro chili e mezzo chili di eroina, due pistole mitragliatrici, una pistola semiautomatica, un revolver, caricatori per le pistole mitragliatrici e munizionamento per tutte le armi. Non finisce qui. Infatti, nel portabagagli della costosa vettura sportiva guidata uno dei tre spacciatori erano custoditi ulteriori cinque chili di cocaina e 550 grammi di eroina. Un totale di oltre 17 chili di sostanze stupefacenti.