Nova Milanese (Monza), 10 febbraio 2018 - A soli 17 anni era già un pusher riconosciuto. Con una clientela di minorenni. Il “giro” è stato scoperto l'altra sera dai carabinieri di Varedo, grazie a un proprio collega che si trovava, libero dal servizio, presso le giostre di Nova Milanese. Dove lo spacciatore – residente a Muggiò e studente - aveva allestito la propria posizione di smercio quotidiana.
Tutto comincia quando il militare decide di andare con la propria famiglia nella piazza del mercato, dove ci sono le giostre. Nota un giovane particolarmente “ricercato”. C'è un viavai di coetanei.
Intuisce che c'è qualcosa di strano e allerta i colleghi, che arrivano con una pattuglia, dalla stazione di Varedo.
Non perdono troppo tempo e bloccano il ragazzo, insieme a due 16enni. Il 17enne viene identificato e perquisito. In tasca spuntano 10 dosi di marijuana, pronte per essere consegnate, per un totale di 8 grammi. Ha anche alcune decine di euro, non tante, perchè evidentemente ha appena iniziato il “turno” di lavoro. Portato in caserma, viene denunciato a piede libero per spaccio alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano.