Monza, 17 luglio 2017 - Sangue, urla, una ragazza inseguita e aggredita in pieno centro da un nordafricano armato di bottuglia, poi l'arrivo di polizia, vigili, carabinieri. Ci sono dovuti mettere in tanti stanotte per avere ragione a fatica di un libico di 28 anni scatenato in bicicletta. A farne le spese prima una ragazza che si è ritrovata in lacrime e piena di  sangue per una bottigliata in testa sferratale da uno sconosciuto a caccia di una sigaretta e forse lui stesso in preda ai fumi dell'alcol. L'uomo, libico senza fissa dimora, è stato arrestato da una Volante del Commissariato di polizia per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e indagato per lesioni aggravate. La ragazza è stata portata in ospedale ma se la caverà.