Besana Brianza (Monza e Brianza), 1 luglio 2017 - Il blues, il jazz internazionale, il rebetiko greco e le tante facce delle culture orientali. Sono le iniziative che animeranno città e paesi della Brianza in questo weekend. Oggi alle 19.30 a Besana il parco di Villa Filippini, in via Roma, ospiterà il concerto d'esordio dell'edizione 2017 della rassegna "Suoni Mobili", con l'esibizione degli americani Small House, energetico sestetto del North Carolina che miscela in modo originale jazz, funk e musica fusion. Il gruppo è composto da Brandon Atwell al vibrafono, Brian Magna e Zach Garner al sax soprano, Julius Tucker al piano, Jack Garno al basso elettrico e Brandon Mitchell alla batteria. Sempre a Besana, alle 22 alla festa dell'Anpi al centro sportivo cittadino di scena la Treves Blues Band al completo, con il grande armonicista Fabio Treves che condurrà per mano lungo le strade del blues rurale e di quello elettrico di Chicago.

Domani a Desio, per tutta la giornata, dalle 11 del mattino e sino alla mezzanotte, il Parco Tittoni sarà lo scenario dell'Oriente Day, un "Festival di arte, salute e benessere" interamente dedicato alle diverse culture orientali, con esibizioni di arti marziali e di musica tradizonale, danza, teatro, workshop, lezioni aperte, conferenze, yoga, stand di manga e fumetti, oltre a spazi dedicati alla cucina vegana indiana e al sushi. Si comincerà alle 11.30 con la danza indiana Odissi e con dimostrazioni pratiche di karate, alle 12 concerto di arpa giapponese e di didjedidoo ed esibizioni di arti marziali, che proseguiranno per tutto il pomeriggio; alle 13 danza del ventre, alle 15 "Angoli Narranti con l'Arpa", alle 16 danze orientali, alle 17 danza del ventre, alle 17.30 tai chi. Alle 18 "Bhakty: Armonium e Canti Sacri" e yoga, alle 18.30 danza sciamanica ispirata alle danze sacre di Gurdjeff e ai passi magici di Castaneda, alle 20 "Oriental Dj Set", alle 20.30 danze orientali, alle 21.30 "Trance Dance Shamanica", alle 22.30 il concerto per arpa e voce "Voyages - Paesaggi che risuonano", alle 23.15 meditazione finale.

Tra le conferenze, alle 11.30 "Ayurveda, l'arte di vivere secondo la propria natura"; alle 12.30 "Chakra: vortici di energia, come influiscono su corpo, mente ed emozioni". Alle 14.30 si discuterà di "Quanto la nostra salute è influenzata dalla tecnologia, come va usata per non danneggiarci"; alle 15.30 "La tradizione vive oggi: la medicina ayurvedica tra Oriente e Occidente". Tra gli workshop, yoga terapia, il cerchio sciamanico, il massaggio sonoro con le campane tibetane, una meditazione guidata con il suono del didjeridoo, un incontro su "Respiro e Meditazione: l'importanza del respiro per il benessere e come filo conduttore alla meditazione", uno sui fiori di Bach e uno sul Feng Shui. E ancora dimostrazioni varie, una mostra fotografica sull'India, una di pittura tradizionale giapponese, proiezioni dalle 21.30 di film del cinema cinese e attività per i bambini.

A Oreno di Vimercate, infine, domani alle 21.30 in piazza San Michele Arcangelo si potranno scoprire le sonorità del rebetiko, la musica popolare dei porti e delle periferie della Grecia, che fonde insieme culture europee e africane, reminiscenze ottomane, francesi, veneziane e ritmi balcanici: a proporla sarà la band-orchestra italo-greca degli Evì Evàn, formata da Dimitris Kotsiouros a bouzouki e oud, Georgios Strimpakos a baglamas e voce, Valerio Mileto alla chitarra, Francesco Di Cristofaro alla fisarmonica, Osvaldo Costabile al violino e come ospite speciale la cantante Marina Mulopulos. In caso di maltempo lo spettacolo si sposterà al TeatrOreno di via della Madonna. L'ingresso è libero a tutti gli eventi.