Milano, 26 dicembre 2017 - Febbre da Derby a Milano. Attesi 50 mila tifosi per la partita di Coppa Italia di mercoledì, mentre sabato 30 dicembre saranno oltre 55 mila i supporter nerazzurri che riempiranno gli spalti di San Siro per caricare l'Inter contro la Lazio, nell'ultima sfida del girone d'andata.

Le feste non fermano l'entusiasmo degli appassionati di calcio milanesi che, ancora una volta e nonostante gli ultimi risultati deludenti rispondono presente all'appello dei due club. Quest'anno per la prima volta il campionato non si ferma, posticipa la sosta natalizia, una novità che si prospetta un successo almeno per la Milano nel calcio. Il pubblico meneghino è pronto a sfidare il freddo, per sfruttare le vacanze di Natale, caricare rossoneri e nerazzurri e godersi due big match nel giro di una manciata di giorni. Domani sera a San Siro, in una partita in cui sarà il Milan a fare gli onori di casa, circa 50 mila spettatori sperano di assistere alla qualificazione per le semifinali di Coppa Italia. Tre giorni più tardi, l'Inter ospiterà la Lazio puntando al riscatto dopo due sconfitte consecutive contro Udinese.

GATTUSO: "DERBY PUO' DARCI SICUREZZA" -  "L'obiettivo è sicuramente riuscire a vincere, dare una gioia ai nostri tifosi, trovare compattezza all'interno della squadra. Sarà una partita importante, un risultato positivo ci può far cambiare mentalità, trovare sicurezza nei nostri mezzi, può essere la svolta". Così Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, ai microfoni di Raisport si proietta al derby di Coppa Italia contro l'Inter di domani sera. La squadra nerazzurra "ha giocatori importanti, bisogna stare attenti a Perisic, Icardi e Candreva, se non giochiamo in modo organizzato ci possono mettere in grande difficoltà", ha spiegato il tecnico rossonero. "Qualche giocatore nostro intimorito? Quando giochi con tifosi che ti contestano, la palla comincia a pesare 200 chili, il campo diventa in salita e tutto diventa più difficile". Gattuso ha poi parlato del momento di Donnarumma: "So quanti anni ha e conosco le difficoltà che può avere un atleta quando non è tranquillo. Quello che sta passando è normale. L'importante è che trovi persone vicine che lo sostengano e capisca che siamo tutti con lui".

SPALLETTI: "QUELLO DEL DERBY NON E' MAI UN RISULTATO QUALUNQUE" -  "E' una partita importantissima. Non esiste nessuna condizione affinché poi il risultato del derby sia un risultato qualunque". Così Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, proiettandosi alla sfida contro il Milan di domani sera, valida per i quarti di finale di Coppa Italia. "Noi ci riteniamo pronti per giocare questa partita - ha spiegato il tecnico nerazzurro ai microfoni di Raisport - dà l'accesso ad una semifinale ed è chiaro che bisogna dare più di quello che abbiamo individualmente".

FORMAZIONI - Milan (4-3-3): 99 G.Donnarumma, 2 Calabria, 19 Bonucci, 13 Romagnoli, 68 Rodriguez, 79 Kessie, 21 Biglia, 73 Locatelli, 8 Suso, 7 Kalinic, 5 Bonaventura. (30 Storari, 90 A.Donnarumma, 20 Abate, 29 Paletta, 22 Musacchio, 17 Zapata, 31 Antonelli, 18 Montolivo, 10 Calhanoglu, 9 André Silva, 11 Borini, 63 Cutrone). All.: Gattuso. Inter (4-2-3-1): 27 Padelli; 7 Cancelo, 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 55 Nagatomo; 5 Gagliardini, 11 Vecino; 87 Candreva, 20 Borja Valero, 44 Perisic; 9 Icardi (1 Handanovic, 46 Berni, 21 Santon, 29 Dalbert, 98 Lombardoni, 10 Joao Mario, 77 Brozovic, 17 Karamoh, 23 Eder, 99 Pinamonti). All.: Spalletti. Arbitro: Guida di Torre Annunziata. Quote Snai: 3,03; 3,30; 2,30.