Milano, 10 luglio 2017 - Per fronteggiare questo difficilissimo inizio di Eurolega prova ad armarsi di pazienza l’Emporio Armani Milano ed anche di un bomber che possa guidarla verso un colpaccio. Non si può che essere consci che un inizio con CSKA Mosca, Fenerbahce Istanbul (ufficiale l’arrivo di Melli fino al 2020), Real Madrid e Barcellona sia davvero complicatissimo e possa anche riservare solo sconfitte, ma in uno sport che sempre sa come produrre sorprese bisogna comunque giocare per vincere e provare a «rubare» punti anche contro avversari che sembrano imbattibili.

Per questo l'Olimpia sta provando comunque a costruire una squadra che possa essere più competitiva ed affamata di quella che ha deluso nella passata stagione ed ora è venuto fuori il nome di chi dovrà potrà esserne il leader offensivo. Sembra ad un passo l’accordo biennale contro Andrew Goudelock, giocatore dal talento individuale offensivo davvero smisurato, che negli ultimi anni ha indossato in Europa la maglia di Kazan, Fenerbahce e Maccabi, passando anche per una breve esperienza con gli Houston Rockets in NBA all’inizio della scorsa stagione (8 presenze, 22 punti totali). Guardia del 1989 di 191 cm è sicuramente un giocatore che nei ricordi dei tifosi milanesi può ricordare come tipologia quella di Keith Langford, ossia un grande talento in attacco che potenzialmente sa come segnare in ogni azione, anche se certe volte può sembrare troppo solitario.

Coach Pianegiani, se arriverà davvero, dovrà provare a metterlo nella strada giusta che possa portarlo ad esserne il riferimento offensivo della squadra, senza per forza sfociare nell’individualismo. Con il suo arrivo contestualmente svanisce il sogno invece di rivedere a Milano uno dei giocatori che in biancorosso hanno più emozionato negli ultimi anni come Curtis Jerrells che nonostante sia stato al servizio di Pianigiani in questa stagione ha deciso di rimanere ancora all’Hapoel Gerusalemme per le prossime due stagioni (accordo fino al giugno 2019). Risolto il contratto con Hickman e confermato capitan Cinciarini in regia, rimane da capire se sarà osservato anche il contratto in essere (fine giugno 2018) con Kalnietis o con il lituano sarà cercata una transazione per vedere come sarà formata la cabina di regia a disposizione di Pianigiani. Nel reparto esterni sembra sempre forte la candidatura di Vladimir Micov, ex Galatasaray, che porterebbe in uscita almeno uno tra Simon e Dragic anche se entrambi sono ancora legati per una stagione ai biancorossi.