Milano, 9 dicembre 2017 - Il Movimento Animalista punta a superare il 3% alle prossime elezioni politiche, ma si sta organizzando e strutturando anche a livello locale in modo da partecipare alle future consultazioni comunali e regionali. Lo ha spiegato, oggi allo Spazio Cairoli di Milano, il presidente Michela Brambilla, ex ministro del Turismo e ora parlamentare di Forza Italia, specificando che «sarà un partito del tutto autonomo» anche se ci sono «affinità programmatiche sugli animali con Forza Italia» mentre vi è grande distanza dal Pd, «Renzi ha fatto la peggior politica antianimalista di sempre» ha affermato, e dal Movimento 5 Stelle.

Michela Brambilla ha ribadito le tematiche care al suo movimento fra cui tutela dell'ambiente e degli animali che devono essere considerati come esseri senzienti e portatori di diritti; sanzioni severe fino al carcere e certe per chi li maltratta e uccide; un sistema nazionale per aiutare le famiglie meno abbienti a curarli e il divieto della macellazione rituale tipico della tradizione islamica. Tuttavia l'esponente politico ha ampliato il campo di azione di un partito che potrebbe sembrare settoriale: "Noi vogliamo tutelare i diritti, ci sono milioni di poveri i cui figli saltano una cena su due, di disabili per i quali non si fa abbastanza di persone che sono nel bisogno. Noi abbiamo un programma generalista, e non solo animalista, e sulla base solo di questo siamo disponibili a far parte di coalizioni".