Milano, 16 marzo 2017 - Più che al Forum sembrava di essere a Belgrado. Così è stato più semplice per la Stella Rossa vincere il match di Eurolega sull'Olimpia Milano per 71-78 supportata da una straordinaria cornice di tifosi giunti davvero in massa a sostenerla. Un vero e proprio esodo di 2.000 tifosi che sono stati il sesto uomo in campo per la squadra di Radonjic ormai ad un passo da un'incredibile qualificazione ai playoff.

L'EA7 invece ormai da questa edizione non ha più nulla da chiedere se non cercare di evitare di chiudere all'attuale ultimo posto, fatale per l'EA7 il 3/21 dall'arco dei 6.75m che spunta troppo le armi dell'attacco milanese, oltre ad una partenza da incubo che vede i biancorossi di Milano trovarsi sotto di 15 a fine primo periodo (-18 massimo svantaggio). Se non altro i milanesi ci mettono l'orgoglio per non chiudere con una figuraccia e riescono anche a rendere la partita piacevole e viva, ma le rotazioni contate fanno arrivare la squadra di Repesa con il fiato corto nel finale dopo la rimonta. Il simbolo, come spesso accade, è Davide Pascolo che segna 11 punti (5/8 da 2) a cui aggiunge 7 rimbalzi, ma gli ospiti sono bravi a cavalcare il gigante di 214 cm Kuzmic soprattutto nel periodo finale cambiando la faccia della gara (11 dei suoi 15 punti arrivano nell'ultimo quarto). 

Al 5' la Stella Rossa è già padrona della partita con 7 punti consecutivi dell'ex Jenkins all'interno dello 0-11 di parziale che frutta il 4-14 agli ospiti. In 7 minuti Milano segna solo tiri liberi, mentre gli ospiti sono già scappati via sul 10-25 a fine primo periodo, che diventa anche un +18 quando Simonovic colpisce dall'arco sul 10-28 e sul 15-33. Sono Pascolo e Sanders che riescono a rianimare l'EA7 riaccendendo la fiammella della speranza (28-37 al 17'), anche se all'intervallo la Stella Rossa è in pieno controllo sul 31-43. Terzo periodo di alti e bassi con i serbi che trovano un ottimo Walters per il 38-51, ma poi vendono rientrare l'Olimpia a contatto sul 48-54. Dopo il 50-60 del 30' nell'ultimo periodo è Pascolo che prende per mano l'EA7 e come per magia Milano ritorna in parità sul 60-60 al 34' con un break di 10-0. La testa avanti però i milanesi non riescono mai a metterla sbattendo contro il muro del gigante di 214 cm Kuzmic che segna 11 punti consecutivi (sui suoi 15 totali) respingendo così le velleità dell'Emporio Armani sul 65-71 ipotecando poi il risultato finale.  

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-STELLA ROSSA BELGRADO 71-78 (10-25, 31-43; 50-60)
MILANO: McLean 9, Hickman 14, Raduljica 4, Macvan 8, Pascolo 11, Giardini ne, Cinciarini 7, Sanders 12, Abass 6, Cerella. All. Repesa
BELGRADO: Wolters 8, Thompson, Dangubic 3, Mitrovic, Lazic 7, Dobric ne, Simonovic 13, Rakicevic ne, Jenkins 11, Guduric 12, Kuzmic 15, Bjelica 9. All. Radonjic
Tiri da 2 MI 22/39 SR 15/31 Tiri da 3 MI 3/21 SR 10/26 Tiri liberi MI 18/21 SR 18/21 Rimbalzi MI 36 (Pascolo 7) SR 32 (Kuzmic 7) Assist MI 10 (Cinciarini 4) SR 12 (Guduric 5)